Questo sito utilizza i Cookie per semplificare e migliorare la navigazione. Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei Cookie.

logotype

             

                                                                                                                                                                                                           
                                               
  • slide1
  • slide2
  • slide3
  • slide4
  • slide5

zini4Punk, Ska…questo era il mio destino, quel genere di destino che prende forma grazie alla passione.

E la passione si affaccia ad 11 anni, tra le centinaia di pagine di musica che circolano a casa mia ed un nonno musicista che suona sax alto e tenore, nelle balere di paese e le grandi orchestre dei mitici anni ’60. Così il mio destino prende la sua prima forma: si chiama clarinetto e soffia nella banda del mio paese e non solo, fino al 1994, quando mi diplomo al Cherubini di Firenze con il mio secondo maestro di musica e di vita, Alessandro Licostini. Dopodichè il destino cambia forma: si chiama sax tenore e percorre strade tutte sue tra i primi amori (R&B, Dixeland, Jazz, Ska…) ed i primi gruppi tramite i quali scopro il piacere di calpestare il palco, il gustare l’attesa del pubblico, la paura e l’adrenalina prima del concerto, la voglia di condividere con gli altri queste sensazioni; il voler provare a dire qualcosa di tuo, scrivere, giocare con le note, percepirne il colore, il sapore, l’odore.

zini2Nascono così molte collaborazioni: Ragnoloni Taskavota (Ska), Trimad (Punk-rock), Struzzi domestici (R&B), Quartetto Lumière (musiche da film), varie Big Band, formazioni per Musical e Opere, sessioni jazzistiche, musica latina e colonne sonore per cortometraggi e cartoni animati.

Ma la passione prende anche una sua forma più definitiva e soprattutto per un periodo più lungo, lasciando traccia di sé in 3 dischi e in una quantità di concerti sia in Italia che all’Estero: i SirRandha ed il loro Ska-punk straccione e raffinato, diviso tra sperimentazione ed istinto, rappresentano un momento interessante nella realtà musicale toscana a cavallo tra gli anni ’90 e 2000.

zini3Sono tutte esperienze che mi mettono in contatto con musicisti di varia estrazione, alcuni dei quali successivamente ritroverò nella Fantomatik: Manolo Nardi, Claudio Ingletti e Dario Mannucci.

Contemporaneamente scopro anche la vocazione per l’insegnamento e la direzione di alcune filarmoniche.

Oggi il destino si chiama Fantomatik Orchestra: un progetto collettivo pensato per portare la musica tra la gente, per infrangere il tradizionale confine tra l’artista e lo spettatore. In questo contesto fatto di contaminazioni tra generi e stili diversi, il colore che più mi rappresenta è quello scuro cavernoso e primordiale del sax baritono: la voce dell’anima alla perenne ricerca di un senso profondo di sé. Buon punk a tutti!!! (Perché il primo amore non si scorda mai!)

 <<< Torna alla Fantomatik

Fantomatik Orchestra

Associazione  Culturale Monésis

Via XXIV Maggio, 4/E

56028 - La Serra (PI)

P.Iva 05215740480

          

Informazioni

La Storia

I Componenti

Calendario Eventi

       

I Dischi

Back in Brass (2012)

Experience (2009)

Pirati (2004)

ZeroWatt (2001)

 

       

Materiale

Cartella stampa

Comunicato stampa

Locandina

2018  Fantomatik Orchestra Street Band